Le vere GRANITE SICILIANE vellutate e cremose: CAFFÈ CON PANNA, MANDORLA, LIMONE | Davide Zambelli



La granita siciliana è una ricetta tradizionale e sacra della Sicilia. Grazie ai tanti aiuti sono riuscito a trovare quella originale e voglio proporvi le 3 versioni più classiche: al caffè con panna, alla mandorla e di limone. Sono preparate senza gelatiera ma hanno una consistenza che sembrerà un gelato. Sono senza glutine, lattosio e vegane. La preparazione è facile e deliziosa. #gelato #fattoincasa #senzagelatiera

✅Iscrivetevi al canale cliccando qui ➡️https://bit.ly/2wMnse9

VAI SUL BLOG PER LA RICETTA SCRITTA. TROVERAI TUTTE LE DOSI E GLI INGREDIENTI E SOPRATUTTO ULTERIORI CONSIGLI;)

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Sono stato fulminato dai siciliani la scorsa volta quando ho proposto la granita e mi sono sentito in colpa vi dirò quando ho scoperto che la vera granita non somiglia minimamente al ghiaccio tritati. Giuro, io ero convinto di sì: no comment. Non ho mai avuto una cultura a riguardo e le granite che ho assaggiato probabilmente non sono mai state eccellenti. Giaccio frantumato e se andava TANTO male erano fatte con gli sciroppi zuccherati. Orrore.

Ci arriva anche un bradipo che le granite fatte in casa con gli ingredienti naturali sono più buone, infatti quelle che ho proposto circa un mese fa (le granite alla frutta) hanno un sapore fenomenale a parer mio, fruttato e fresco ma di certo la consistenza non è cremosa come un gelato.
Giuro che da ora in poi le farò belle vellutate, non tanto perché voglio dare soddisfazione ai siciliani o agli esperti in materia, anche perché alla fine ognuno è libero di fare ciò che vuole, ma perché voglio rispettare la granita, altrimenti le chiamiamo con un altro nome se vogliamo la consistenza ghiacciata più grezza.

Mi sono fatto aiutare su Instagram con le Stories, chiedendo aiuto per preparare delle granite che si rispettino e non mi sono sentito solo per niente. Tantissimi che mi hanno svelato le tecniche per avere la consistenza perfetta, altri per ottenere un latte di mandorla profumatissimo, altri ancora per avere un gusto bilanciato, non troppo dolce ma nemmeno troppo scarico. Io grato.

Ce ne sono tantissimi gusti di granite: melone, gelsi, pistacchio, mandarino, ma io ho voluto proporre i 3 che più rappresentano la Sicilia (secondo me), quindi caffè con panna, mandorla e limone. Il prossimo anno promesso che arriverò con le altre idee che quest’anno non sono riuscito a proporre.

La prima granita che facciamo sarà quella al caffè. Tipica del messinese, è la granita dal sapore più intenso di tutte ed è per questo che dev’essere smorzato con un ingrediente più morbido e dolce, la panna montata. L’importante è seguire il giusto equilibrio tra caffè, acqua e zucchero. Se non siete abituati a bere il caffè ovviamente vi consiglio di sostituirlo con quello decaffeinato perché la percentuale in questa granita è abbastanza alta.
Si può anche non aromatizzarla ma trovo che una leggera punta vanigliata ci starebbe davvero bene.
Ecco: invece di utilizzare la vanillina o altre polveri aromatizzanti (che hanno un sapore tutt’altro che naturale) vi consiglio di utilizzare la bacca di vaniglia svuotata. Ne basterà metà e mettendola in fusione seppur senza semi, perché li avrete utilizzati per un’altra preparazione, renderà molto.
Ecco perché le bacche non bisogna mai buttarle.

La seconda granita è quella alla mandorla, probabilmente la mia granita siciliana preferita.
La parte grassa presente nelle mandorle regalerà una cremosità ancora più straordinaria e se utilizzate ingredienti di qualità (e questa regola vale per tutte le granite) il risultato sarà il triplo più buono.
Le mandorle meglio che non siano pelate e soprattutto che abbiano quella leggera polverina sulla buccia che garantisce un profumo più intenso. Altra cosa importante: scegliete mandorle siciliane o comunque italiane semplicemente perché sono più buone. Se volete dare ancora più personalità al gusto (ma è assolutamente facoltativo) potreste aromatizzare la granita con dell’essenza di mandorle amara.

Ultima ma non per importanza quella al limone. Fresca, che si gusta soprattutto al mattino o a fine pasto come digestivo. Si accompagna con il pane salato ma ormai è concessa pure con la brioche. Pochissimi ingredienti, solo acqua, zucchero e limoni siciliani o italiani, ovviamente non trattati anche perché dovremo ricavare un po’di buccia da un limone che farà sprigionare gli oli essenziali nella base per renderla più profumata.

Provatele se volete portare un pò di autentica Sicilia con voi oltre che rinfrescarvi.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

• B L O G : https://www.davidezambelli.com

• I N S T A G R A M : @davide_zamby

• F A C E B O O K : Davide Zambelli

• TIK TOK : @davide_zambelli

source

Potrebbero interessarti anche...